Dialetto di San Felice – Riccardo Pellati – “Delusion”

Commenti (3) Poesie

riccardo-pellati 2

Delusiòn

Am son insugnâ al me’ paès

in dal domila e zent!

Davanti a la ca’ in du a son nâ

a gh’ira un mucc ad gent

a lésar in na’ lapide la scrittura

ch’la giva sirca acsì:

”Qui nacque l’illustre concittadino . . .

(ch’a sarév po’ mi)

e ad seguìt na’ mucia ad cumpliment

par quél che ho insgnâ ai me’ student

par quél che ho scritt su giornai e giurnalett

e par il me’ poesii butadi lì in dialett.

Stamatina a son andâ in paès

e atach a la ca’ in du a son nâ

ho vist ch’a gh’è la lapide dabòn

ma è cambiâ tutta l’inscrisiòn;

la dis (mamma mia, che delusiòn! )

“Divieto di affissione” . . .

Riccardo Pellati

Tratto da: Ancàra, come ‘na vplta in piaza

Gruppo dialettale “La Trivela” – Modena

Anno 1981

3 Responses to Dialetto di San Felice – Riccardo Pellati – “Delusion”

  1. Oreste scrive:

    Buongiorno, vorrei sapere se Riccardo Pellatti ha scritto libri.Grazie

    • Fabrizio Artioli scrive:

      Sì, ha scritto libri. Ti consiglio di fare una ricerca con Google, usciranno tutti i libri che ha scritto e come acquistarli.

    • Fabrizio Artioli scrive:

      Sì, ha scritto libri. Ti consiglio di fare una ricerca con Google, compariranno tutti i suoi libri e come acquistarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *