La Mirandola – Storia urbanistica di una città – XI capitolo – Le due città murate

Commenti (0) La Mirandola - Storia urbanistica di una città

"Vero disegno della Mirandola con le città, castelli, et ville poste nel suo sito"

La celeberrima città della Mirandola di quà dal Po

La città ottogonale - Mirandola

Delle numerose piante della Mirandola quale si configurò dalla metà del secolo XVI si sceglie per la illustrazione di questa parte dell’argomento questa perché inedita e per la interessante ed esauriente didascalia. La figura si riferisce al secolo XVIII, ma la città cristallizzata dalla sua cerchia e dalla sua studiata planimetria non si era modificata in senso tipologico da quella progettata e costruita nel secolo XVI.

Non è inopportuno ricordare al proposito che accanto al grande numero di progettazioni le città interamente realizzate furono pochissime; per fare qualche esempio, tra le più note: Sabbioneta, edificata dal 1554 al 1591; Palmanova, già altrove ricordata, dal 1593 al 1688; Mirandola, dal 1561 alla fine o poco dopo la fine del secolo.

Sabbioneta

La città di Sabbioneta (Mantova) progettata e realizzata per volere del Duca Vespasiano Gonzaga, conserva ancora la pianta e in gran parte la cinta a forma di esagono irregolare datale all’origine. (La cortina segnata con linea a tratteggio è un completamento ideale perché questo lato della città difeso valida­mente dal castello, abbattuto nel 1794, non fu mai realizzato).

Tratto da: La Mirandola – Storia urbanistica di una città

Autore: Vilmo Cappi

A cura: Cassa di Risparmio di Mirandola – Seconda Edizione a cura del Circolo “G.Morandi” di Mirandola.

Anno: 2000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *