Nino Fiorani e il Lenza Club Mirandolesi G.Pico

Commenti disabilitati su Nino Fiorani e il Lenza Club Mirandolesi G.Pico Primo Piano

Senza titolo-1

Dal 1952 pesca sportiva a Mirandola vuol dire Nino Fiorani, persona distinta e discreta, ha vissuto e vive tutt’ora per la pesca.
Ne sa qualcosa la moglie Aldea che ha accettato di vivere per ventisei anni in un luogo sperduto delle valli mirandolesi, al “Centro di allevamento artificiale carpi coltura” (riproduzione ittica della Regione Emilia Romagna) a Gavello.
Nino, classe 1926 ha iniziato a pescare il pesce gatto nei nostri canali con canna di bambù con filo di spago e galleggiante di sughero realizzato con tappi di bottiglia, i pesci catturati li infilava nel filo di ferro e li appendeva al manubrio della bicicletta per poi mangiarli a cena.
Nel 1952, insieme a 15 pescatori fonda la “Società cannisti sportivi di Bondeno” (FE) e subito dopo,nel 1953, insieme a 14 pescatori fonda , a Cavezzo, la “Società di pesca sportiva cavezzese”.

logo lenza club

Subentra alla presidenza della S.P.S.Amatori Pesca G.Pico nel 1957 sostituendo Tonino Panzani fondatore della Società  .Dal 1958 al 1980 consigliere provinciale FIPS  e membro della commissione sportiva regionale.

Nel 1972 la fusione con la “Sportiva Mirandolese” diventando, appunto, “Lenza Club Mirandolesi G.Pico”.

Fino al 1998, ogni anno, la Società ha organizzato una gara comunale “Pierin Pescatori” per i bambini, premiando tutti con medaglie, giocattoli ed attrezzature per la pesca.

Nel dicembre del 1992 è stato premiato dalla Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee della stella di bronzo per merito sportivo.

In ambito comunale ha fatto parte della Commissione sportiva comunale

1961 gara pierin pescatori mirandola camurana

Nino Fiorani è stato il primo, in campo sociale,provinciale e nazionale a promuovere, al fine di evitare una distruzione inutile di quintali di pescato nelle gare di pesca, la soluzione di mantenere il pesce in vivo all’interno di apposite nasse di rete poste nell’acqua. In questo modo, terminata la gara, il pescato è pesato sul posto del concorrente e quindi rimesso nel suo ambiente naturale.

Si è sempre schierato nella lotta contro gli inquinamenti delle acque e contro il prosciugamento dei canali della nostra provincia nei mesi invernali, causa principale della completa distruzione di tutte le specie ittiche che si erano riprodotte nel periodo primaverile.

Augurando a Nino altri cento anni di attività pubblichiamo alcune foto tratte dal suo album personale.

1957 brunetta panzani1957 Gara Pierin Pescatori  canale Camurana i premiati:da sx: Renzo Meschieri-Brunetta Panzani-Mauro Bellodi

1962-da-sx-rinaldi-con-canna-da-pesca-tonino-panzani--fiorani-bruschi-dotti-casari-gozzi-cavazza-gazzotti web1962 da sx in piedi: Rinaldi-Tonino Panzani-Nino Fiorani-Bruschi-Dotti  In ginocchio: Vinicio Casari-Paride Gozzi-Ernesto Cavazza-Gazzotti

1963 nino fiorani al centro con lo storione catturato in po1963 Nino Fiorani,al centro, con uno storione catturato in Po

1974-squadra-della-societ-web1974 Appartenenti alla Società

1982-nino-gozzi-paride-gozzi-franco-gozzi-quirino-mantovani-arrigo-bardi-web1982 gara Nazionale si riconoscono: Nino Fiorani-Paride Gozzi-Franco Gozzi-Quirino Mantovani-Arrigo Bardi

1994-leonardo--nino-fiorani---montella1994 Nino Fiorani – Leonardo Artioli – Dott.Saverio Montella

2007-lenza-club-mirandola12007 Foto di gruppo

I commenti sono chiusi.