Dal 14 Febbraio – Le dame del Rinascimento

Commenti (0) Eventi

Dal 14 febbraio

Il Centro internazionale di Cultura “Giovanni Pico” (che ha il Comune di Mirandola tra i suoi soci fondatori) dedica anche quest’anno alcune iniziative all’analisi degli aspetti storici, letterari e artistici del Rinascimento.

In questi giorni riparte il ciclo di conferenze dedicate alle Dame. «Quando nel novembre del 2016 proponemmo la prima rassegna, – spiega Renata Bertoli, presidente del Centro – era nostra intenzione far emergere, accanto ai grandi personaggi del Rinascimento, un mondo “femminile” meno noto, ma non meno importante.

L’interesse suscitato nel pubblico mirandolese ci induce a riprendere il percorso, proponendo altre tre figure femminili che, in diversi ambiti, segnarono la storia del nostro Cinquecento».

Il ciclo inizierà mercoledì 14 febbraio, alle ore 18, presso il Foyer del Teatro Nuovo, con Fulvia da Correggio (1543-1590). Figlia unica del conte Ippolito da Correggio, Fulvia ebbe un’educazione particolarmente accurata grazie alla nonna paterna, la poetessa Veronica Gambara. Non ancora diciottenne venne chiesta in sposa da Ludovico II Pico, Signore della Mirandola. L’urgenza del matrimonio non ebbe solo motivi di carattere economico, ma era legata alla necessità da parte di Ludovico di far dimenticare gli orientamenti filofrancesi della sua casata, contraendo un matrimonio gradito alla Spagna e all’Impero. Dopo la morte del marito nel 1568, Fulvia divenne reggente. I difficili rapporti con il cognato Luigi e le vicende del suo governo ci permettono di aprire un interessante squarcio sulla storia della signoria pichense nella seconda metà del Cinquecento. Si devono a Fulvia anche importanti interventi urbanistici e architettonici che abbellirono la città, tra cui l’apertura di nuove strade; una di queste porta ancora il suo nome. Parlerà di Fulvia da Correggio, Gabriele Fabbrici, direttore del Museo di Correggio.

Il secondo appuntamento si terrà mercoledì 21 febbraio, sempre alle ore 18, presso il Foyer del Teatro Nuovo e sarà dedicato a Gaspara Stampa (1523-1554), la più importante figura femminile della letteratura del Cinquecento.

Concluderà la rassegna venerdì 2 marzo, alle ore 18, sempre presso il Foyer del Teatro Nuovo, Renata di Francia (1510-1575), secondogenita di Luigi XII e di Anna di Bretagna, che sposò nel 1528 Ercole II d’Este, diventando così Duchessa di Ferrara. Parlerà di questa Dama Matteo Al Kalak, docente di Storia medievale e moderna dell’Università di Modena e Reggio e socio sostenitore del Centro “Giovanni Pico”.

Il ciclo di conferenze proposte dal Centro è riconosciuto come corso di aggiornamento; verranno quindi rilasciati gli attestati di partecipazione ai docenti che ne faranno richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *