Zoilo Eusebio Soriani e gli Aquilotti – una vita tra le note

Commenti disabilitati su Zoilo Eusebio Soriani e gli Aquilotti – una vita tra le note Personaggi

1938 Eusebio Soriani

1938 Eusebio Soriani

Da quarant’anni bazzico San Martino Spino avendo sposato una sanmartinese doc e da quarant’anni sento parlare di Eusebio Soriani e i suoi Aquilotti.

Una domanda classica appena arrivati in visita parenti (i Soriani sono parenti di mia moglie) era ” in du el Delfo (Soriani) ?”. Risposta, altrettanto classica, era ” l’è a sunar con la Nilla Pizzi”. Si dice a San Martino che il Comune di Mirandola dovrebbe dedicare una via all’orchestra degli “Aquilotti” perchè per trent’anni hanno allietato le serate di mille locali sparsi per tutto il mondo, la più longeva del territorio italiano. Per raccontare la sua storia e gli aneddoti legati alla sua attività Eusebio, l’ideatore e direttore dell’orchestra, nel 2000 ha pubblicato un libro “Una vita tra le note” . Al Barnardon cerca, con questo articolo, di riassumere brevemente trent’anni di carriera per rendere omaggio a questi autentici personaggi d’altri tempi.

Zoilo Eusebio Soriani nasce nel 1922. Già in famiglia ci sono due musicisti, il padre Remo e lo zio Cinzio e,Zoilo Eusebio 11 anni, imparato ad usare il violino da un musicista di Dragoncello, in bicicletta, gira con loro nei fine settimana nelle case dei d’intorni e suona fino all’alba.

Suona con il padre ancora qualche anno fino a quando il genitore pensa di migliorare le loro condizioni di vita emigrando nel 37 in Africa Orientale al seguito di una banda musicale.

Oltre al violino Eusebio si mette a studiare anche la tromba e, nel frattempo, viene ingaggiato dagli amici di San Martino per fare serenate notturne alle loro ragazze.

Suona la tromba nell’orchestrina di Natale Greco (batterista) che attrezza con uno spreciale portapacchi la bicicletta (loro unico mezzo di locomozione). Poteva trasportare la batteria completa di grancassa, tamburi e piatti e, oltre agli altri strumenti, un megafono di cartone a cono che sostituiva il “moderno” microfono.

In quegli anni si consolida in Soriani l’idea di entrare definitivamente nel mondo della musica e sarà presto seguito anche dal fratello undicenne Delfo già abile suonatore del saxofono. Prosegue intanto gli studi di violino con il maestro Zini di Mirandola. Nel 1939 a San Martino e, più precisamente in una borgata chiamata “Babilonia” nasce il gruppo chiamato “Gli Aquilotti”  in antagonismo con l’orchestra “I Canarini” di Cavezzo di Modena. La guerra incalza e nel 41 entra nella banda della caserma militare a Catania dove incontra il Mirandolese Alvaro Bigi che dirigeva l’orchestra. I sacrifici e le avventure che sono capitate a questo personaggio durante il periodo di guerra sono talmente tante che solo leggendo il libro ci si rende conto dei patimenti e delle paure che i nostri connazionali e concittadini hanno vissuto. Riprendiamo quindi dal dopo guerra e dai  nostri ” Aquilotti” che ricominciano a suonare con un repertorio di ballabili dell’epoca e vengono ingaggiati prima a San Martino dall’amico “Bacco alla “Pista Tre Pini”quindi, con un’organico di dieci musicisti, iniziano a farsi conoscere nei paesi vicini. Devono sostituire, ormai, la vecchia bicicletta con un mezzo più consono ed acquistano un camioncino Fiat 501 (usato) con il cassone aperto che coprono con un telone e traina un rimorchio con gli strumenti. Il successo li spinge all’acquisto di un “Dodge” americano residuato bellico, quindi, con un mezzo più veloce accettano impegni su più lunghe distanze ed arrivano a 300 serate annue, un vero successo.

Nel 1951 Eusebio vince un concorso per autori di musica leggere diventando quindi anche compositore.

Il successo spinge gli “Aquilotti” all’acquisto di una corrierina che faceva la spola da Mirandola alla Stazione dei treni di Cividale e a curare di più l’immagine. Gli anni cinquanta vedono consolidarsi il loro successo, sono richiesti un pò dovunque, dalla Riviera Romagnola alla Toscana e alta Italia. Il loro organico aumenta con l’apporto dei cantanti, preferibilmente donne e del fratello Franco, ultimo nato dei fratelli Soriani. Intanto l’orchestra prosegue a gonfie vele accompagnando spesso i cantanti che andavano per la maggiore in radio : Nilla Pizzi, Gino Latilla, Carla Boni, il Duo Fasano, Narciso Parigi, Claudio Villa ed altri ancora.

Purtroppo con l’avvento dei “Beatles” cala l’interesse per le big-band ed improvvisamente diminuiscono le richieste. E’ giocoforza per Eusebio Soriani rivolgere lo sguardo verso l’estero ed il primo ingaggio arriva dalla Germania e più precisamente da Amburgo seguito da Berlino. Poi venne l’Austria (Salisburgo) , la Finlandia (Turku), la Romania, l’Ungheria e la Svizzera. Nel 1967 in occasione dell’incoronazione di Fara Diba,moglie dello Scià suona in Iran. Questi sette anni lontano dall’Italia ed in giro per il mondo sono costeggiati da talmente tanti aneddoti che purtroppo, per motivi di spazio, non siamo in grado di raccontare ma che sono sinonimo di un’epoca dove sacrificio, entusiasmo ,intraprendenza ed umiltà erano le parole d’ordine.

Nel 1968,con l’Iran, finisce l’avventura di “Soriani e i 10 Aquilotti”, l’orchestra dopo trent’anni si scioglie. Ma non finisce l’avventura dei fratelli Soriani.

Dopo un periodo di riposo Eusebio sfodera nuovamente gli strumenti ed inizia a suonare nelle orchestre romagnole : I Leoni di Romagna, Casadei e Baiardi e Delfo per l’orchestra di Nilla Pizzi.

Dei tre fratelli Soriani è deceduto Franco; Eusebio, novantenne e Delfo ultraottantenne sono lucidissimi e vispissimi segno che la musica, vissuta intensamente, allunga la vita.

L'orchestra Soriani 1960

L’orchestra Soriani 1960

1928 da sx: Rocco Tironi, Renato Franciosi, Armando Guerzoni,Armando Soriani, Cinzio Soriani

1928 da sx: Rocco Tironi, Renato Franciosi, Armando Guerzoni,Armando Soriani, Cinzio Soriani

Ermes Campagnoli, Natale Greco, Eusebio Soriani con la bicicletta

Ermes Campagnoli, Natale Greco, Eusebio Soriani con la bicicletta

1939 la neonata orchestrina aquilotti

1939 la neonata orchestra “GLI AQUILOTTI”

1951 gli Aquilotti con la cantante Lina Baroni

1951 gli Aquilotti con la cantante Lina Baroni

1956 La corriera dell'orchestra

1956 La corriera dell’orchestra

1956 ad Amburgo

1956 ad Amburgo

Delfo Soriani con l'orchestra di Nilla Pizza

Delfo Soriani con l’orchestra di Nilla Pizza

Eusebio Soriani oggi

Eusebio Soriani oggi

I commenti sono chiusi.