La barzelletta della Lory del lunedì

Commenti (0) Primo Piano

Iusfen e la Marta i vaan a teatar,a un zert punt a Jusfen agh taca a gnir di dulor da stomagh talment fort ch’al sussura a so muier:

“Marta, bisogna ch’a scappa in bagn!”

“Ma propria adess ch’a taca la commedia!?”

“A n’agh dur più!” E al corr da la maschera.

“Par piaser l’am diga in du l’è al bagn!”

“Certo” agh dis la maschera, “ al vaga avanti in dal curidor, alla seconda porta al gira a sinistra, al faga tri scalen, po’ subit a destra, l’è la tersa porta a sinista.”

Jusfen, ormai allo stremo, al seguis l’indicasion ma dop pooch als perd e al decid ad verar na porta ch’a dà in na gran cambra con poca luus….Disprà al zerca quel e al ved un vas ad fior, al cava i fior e…finalment! Al gla cava a espletar i so bisogn…Als tira su al braghi, al  rimett a post i fior e, tutt cuntent ,al torna da la Marta.

In dal frattemp al spetacul l’ha avù inizi..

“L’è dimondi ch’l’è taca?” Al dmanda a la Marta

“Da zinch minut”

“Qual è l’argoment”

“Ma…..a dir la verità an gh’ho capì n’ostia” La rispond la Marta.

“L’è rivà un, l’ha cagà in un vaas ad fior e l’è andà via!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *