C’era una volta…”Al buteghi dal Lott”

Commenti (0) Poesie

C’era una volta…Un gruppo di commercianti molto affiatati, is favan ciamar “Al buteghi dal Lott”, era una piccola isola felice, lungo questa piccola contrada trovavi  tutto, dalla salumeria alla frutta e verdura, dalla tabaccheria al fornaio, il barbiere e lo scarpolino, chi ti vendeva i colori e chi invece i polli, sorrisi e pezzegolezzi si sprecavano e l’allegria era contagiosa, poi il terremoto…

Grazie a Martini, all’epoca il fruttivendolo, riporto una poesia del compianto Nino Vicenzi scritta in occasione di una cena da loro organizzata il 16 gennaio del 1988.

Al Buteghi dal Lott

Per far bella la serata,

molto allegra e divertita,

si è pensato in tutta fretta

di buttare qualche strofetta.

Cominciamo coi saluti

agli amici convenuti,

disponendoci di cuore

al più schietto buon umore.

Siete stati tutti quanti

molto in gamba….intraprendenti

come ormai ognuno sa

dando un tocco alla città.

Ma passiamo ad elogiare

chi è stato il promotore

Via del Lotto per Natale

era proprio niente male.

Coronata di piantine

dalle splendide lucine,

con la musica di fatto

ci ha lasciati assai di stucco.

Sotto quindi a Franco Chiosi

Dal Totip e dai preziosi,

togli questo ed il profumo,

ciò che vende è solo fumo.

C’è di fronte la vetrina

dove sempre la Tonina

con bravura più completa

fa svenir chi fa la dieta.

Lorenzina dolcemente

lei vorrebbe anche per niente

imbottire i suoi panini

affettando Visentini.

Qui c’è tutto sull’istante

dal coniglio al buon ruspante

ma stai certo sul momento

sempre è di allevamento.

Ogni sorta di affettato

dal prosciutto prelibato,

profumati cotechini

la salsiccia e i salamini.

Agli scompensi di bilancia

è cresciuta un po’ la pancia,

ti darà Rita Paini

il migliore dei bustini.

Se qualcuno è tosto in pena

tira poco la catena,

Franco ha pronta la nostrana

una dolcissima tisana.

Serve forse a prima vista

la presenza di un’artista

basta fare quattro passi

per trovare Renata Rossi.

Loredana è presto detto

chiavatrice di rispetto,

tra una doppia e un campione

ne avrà fatte già un milione.

Una splendida Luciana

la strofetta un poco strana

con la sua telenovela

lei s’incanta e spesso anela.

Non scordiamoci i vacanzieri

ritornati appena ieri,

ogni fine settimana parte Claudio e la Germana.

La Loretta Cavalieri

non è sempre lei tra i primi,

mi si dice con riguardo, giunga spesso in ritardo.

Per avere profumato

il caffè più prelibato

da Luisa e Samuele

c’è il sapore sempre fedele.

Qui convive da vicino

un milanista e un juventino

e qualcuno nel passare

li ha sentiti anche ringhiare.

Ben vestita da Befana

la dolcissima Liliana

con quel bel costume addosso

ha raggiunto un buon successo.

Se qualcuno non è entrato

per lo spazio limitato

lo facciamo qui presente

dell’omaggio più eloquente.

Quando hai tanti appuntamenti

e le uscite son frequenti

la Flavit ti dà il profumo

per sentirti già qualcuno.

Senti un poco di disagio?

Si è fermato l’orologio?

Non star lì pensando ignaro

gira dentro da Bottaro.

Questo fan di Cherubino

su diciamogli un pochino

che mai perde l’occasione

per la festa di Aiazzone.

Da Martini vai sicura

per la frutta e la verdura.

Diciam senza pregiudizi

sembra il sosia di Fabrizi.

Con Vittoria e la Morena

due modelle sono a cena,

aggiungi Paola e Lorella

come scegli la più bella?

Ce n’è una veramente

a dir poco affascinante

ha già tutti gli attributi

per sembrare Ornella Muti.

Nino Vicenzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *