Antichi Palazzi – Palazzo Grossi – Finale Emilia

Commenti (1) Racconti

Palazzo Grossi - Facciata su via Cavour

Grossi

Palazzo Grossi

sec. XVII

Finale Emilia, via Cavour.

Il palazzo era la residenza della famiglia Grossi, già molto nota a Finale, che venne consolidando nel tempo l’importanza del proprio casato imparentandosi con la discen­denza più illustre della nobiltà modenese: i Montecuccoli, i Miari, i Carandini e con i Ca­rnai di Ferrara.

L’edificio, di chiara impron­ta ferrarese, mostra il prospetto su via Ca­vour segnato da una scandita teoria di aper­ture finestrate al piano primo, resa più com­patta dalla fasciatura monocroma in rileva­to, raccordata dal filo del marcapiano.

Un primo nucleo seicentesco almeno fino ai pri­mi decenni del XVIII secolo rimase isolato a ridosso del fronte stradale, con una retro­stante appendice di edifici rustici sul confine con il canale (Modena, Archivio di Stato, Ac­que e Strade, f. 58, fase. Mappe e Tipi diversi, «Tipo e pianta della città del Finale» 1725). Ad esso s’aggiunge un altro corpo prospi­ciente l’attuale via Matteotti tale da formare un unico edificio sviluppato attorno ad una corte centrale. Oggi la lettura del complesso come si è venuto formando nel tempo è irri­mediabilmente compromessa da differenti situazioni di degrado e dalle trasformazioni.

Alessandra Ontani

Palazzo Grossi. Decorazione.

sec. XIX

Finale Emilia, via Matteotti.

Nell’ala posteriore l’ambiente di maggior ri­levanza è costituito da una sala con soffitto a cassettoni dipinti a partiture decorative i cui motivi si estendono a tutte le pareti, a ri­levarne gli elementi architettonici e a incorniciarne le specchiature. Qui grottesche di gusto neorinascimentale con trofei di armi, orofili di animali affrontati, temi esotici e orientaleggianti appaiono desunte da reper­tori rimessi in auge dal clima neoclassico. Su una delle pareti campeggia lo stemma della famiglia Grossi — un destrocherio ar­mato di mazza d’argento — già documentata nel 1310, quando si registra il notariato di Pietro de’ Grossi.

Stemma della Famiglia Grossi

Stemma della Famiglia Grossi

Assai deteriorata la decorazione della salet­ta attigua, di gusto pienamente ottocente­sco: un soffitto a velario — condotto in ma­niera assai semplificata — e trofei d’armi so­spesi tra festoni floreali.

Particolare dell'apparato decorativo nella sala principale

Particolare dell’apparato decorativo nella sala principale

Maria Pace Marzocchi

Tratto da: Architetture a Mirandola e nella Bassa Modenese

A cura della Cassa di Risparmio di Mirandola

Anno 1989

One Response to Antichi Palazzi – Palazzo Grossi – Finale Emilia

  1. Mirca bagni scrive:

    Abbiamo restaurato l’ appartamento dove si trovano le uniche due stanze rimaste ancora affrescate, con il terremoto l’ edificio è stato molto danneggiato e la stanza raffigurata sopra presentava diverse gravi lesioni.
    Adesso dopo il restauro, possiamo rivedere le grottesche e il soffitto cinquecenteschi in tutta la loro bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *