….Albo d’oro dei musicisti mirandolesi – 1953-2013 – Elena Bompani

Commenti (0) Primo Piano

526165_111570688982992_1973467850_n

Ha iniziato a “giocare” con il pianoforte sotto la guida del M° Alvaro Bigi, poi, all’età di dodici anni, ha iniziato a studiare teoria, solfeggio e in seguito armonia col M° Alberto Vanzini e pianoforte con la Prof.ssa Liliana Forti.

Dopo l’ottavo anno di studio dello strumento si è perfezionata con il M° Carlo Guaitoli che l’ha portata fino al Diploma in Pianoforte.

Parallelamente ha frequentato il Liceo Classico “Pico” di Mirandola, diplomandosi nel 1996 e successivamente la Facoltà di Laurea in Musicologia a Cremona (sede staccata dell’Università di Pavia), laureandosi con 108/110 nell’Anno Accademico 2002/2003.

Da allora si è concentrata sulla didattica creativa per l’infanzia, partecipando a numerosi Corsi di Aggiornamento con docenti quali: Paduano, Oetterly, Wirshing, Abbà, Llado, Vallejo, Lopez-Ibor, Di Signi-Jaffè, Brazzo, Carré, Lojacono Husain, Casagrande, Hirsch, Valtiner, Dalla Camera, Ostertag, Terry, Facci, Iadeluca.

Per quanto riguarda gli studi pianistici si è perfezionata con il M° Castellano e con il M° Marsano nella pratica pianistica per maestri collaboratori per il teatro musicale, collaborando successivamente, nel 2004-2005, nelle produzioni liriche del Teatro Lirico Sperimentale “Belli” di Spoleto e di Narni.

Ha partecipato nel 2004 e nel 2006 al Concorso Torneo Internazionale di Musica nella sezione Critica Musicale, ricevendo in entrambi i casi l’attestato di merito. Parallelamente ha collaborato con la Gazzetta di Modena per la critica musicale ad una stagione concertistica.

Nel biennio 2007-2009 ha collaborato con l’IRRE, nel progetto Regionale di Musica, come formatore dei docenti e come membro del gruppo di ricerca, realizzando poi alcuni scritti pubblicati nel volume “Emilia Romagna – la Regione in musica” a cura di B. Toni, ed altri in corso di pubblicazione.

Oggi collabora con la Fondazione “Andreoli” di Mirandola nella didattica pianistica e per la propedeutica musicale nei plessi scolastici, siano essi scuola d’infanzia o primaria, creando percorsi originali e creativi, basati sull’interazione arte­musica, sull’integrazione della disabilità attraverso il mezzo musica e nella formazione dei docenti di scuola primaria nell’ambito musicale.

Tratto da: Mirandola e le città della musica – Albo d’oro dei musicisti mirandolesi 1953-2013.

A cura di Luigi Girati

 

 

 

 

 

Senza titolo-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *